Sembra non conoscere ostacoli la corsa del bitcoin e delle altre valute digitali, che continuano a macinare record su record, sull’onda dell’entusiasmo e del sempre più crescente numero di persone nel globo, che prendono parte al network.

Come spiegato nell’articolo Bitcoin, l’oro del futuro, per ricavare tale moneta è necessario risolvere dei complessi calcoli matematici. Ciò che rende il sistema così affascinante e perfetto, è il modo in cui si ricavano tali valute, infatti il minaggio, ovvero l’emissione, avviene secondo un preciso iter che si protrarrà sino al 2140.

Criptovalute, il quadro del bitcoin

Al momento la diffusione della valuta è da considerarsi ancora come un qualcosa di nicchia, infatti si stima che, in tutto il pianeta, solamente 8.000.000 di persone su 7.000.000.000 la utilizzino nelle transazioni, ma il trend sembra essere in continua ascesa.

Basti pensare che dal momento della sua nascita, ovvero dal 2009, ad oggi, il bitcoin è salito in maniera vertiginosa, tale da permettere a chiunque avesse investito 500 o 1.000 dollari, di essere a quest’ora una persona milionaria, infatti chi ha cominciato a “minare” in quegli anni, ha potuto ricavare un maggior numero di monete grazie ad una minore complessità di risoluzione dei calcoli.

Andando ad analizzare la situazione tecnica, i prezzi hanno leggermente diminuito la loro corsa verso l’alto, determinando una temporanea situazione di stallo, che comunque lascia presagire ad ulteriori allunghi. In particolare la tenuta dei 2000/2100 dollari di quotazione rappresentano un importante supporto in ottica di breve periodo, con un primo obiettivo in area 2350.

Monete digitali, long ad oltranza

Guardando ad altre criptovalute, anche ethereum è reduce da un periodo di forti rialzi, di gran lunga più elevati in termini percentuali del bitcoin.

Da come si può osservare dal grafico, i prezzi di ethereum vengono da un rally a dir poco prodigioso, facendo passare le quotazioni da 12$ a 178$ con un incremento percentuale superiore al 1300% in soli 3 mesi!

 

 

Non cambia la “musica” nemmeno per il litecoin, che è schizzato dai 4,2 $ di marzo ai 24 $ circa attuali. In questo momento i prezzi sono reduci da un calo molto brusco per qualsiasi strumento finanziario, infatti si è passati dai 36 dollari ai 24 in soli due giorni, ma c’è da dire che per questi tipi di valute, l’alta volatilità rappresenta la regola.

 

L’analisi di oggi si sofferma su queste tre valute digitali, anche se l’elenco è molto più numeroso e continua a crescere, tuttavia c’è da dire che il trend positivo in atto, è frutto di una situazione fondamentale molto solida e prosperosa, legata al cambiamento epocale che si prospetta per il futuro.