Nuova IRI: scelta solo per chi ha regime ordinario

La nuova ed opzionale IRI ( Imposta sul reddito di Impresa ), introdotta dall’ultima Legge di Stabilità 2017, rispettivamente dai commi che vanno dal 547 a 553, applicabile alle Società di persone e alle Ditte individuali, presuppone, per il suo immediato esercizio, un regime di contabilità ordinaria. A tal proposito, tutti i contribuenti “minori” interessati che operano in contabilità semplificata, saranno costretti ad optare nei prossimi modelli dichiarativi relativi all’annualità 2017, per quest’ultima.

Come avviene l’opzione?

Per poter correttamente effettuare l’opzione per la nuova IRI occorre prestare particolare attenzione al tipo di contabilità, semplificata od ordinaria, adottata dal contribuente. Questo in quanto l’applicazione della prima piuttosto che di quella ordinaria, determina una serie di differenti adempimenti in capo al soggetto che vengono riassunti nelle tre ipotesi qui descritte:

Opzionale IRI: diversi adempimenti in capo al soggetto

Hp 1: contribuente che opera IN VIA OBBLIGATORIA in contabilità ordinaria (caso in cui il suo fatturato superi euro 700.000 per le cessione di beni e/o euro 400.000 per le prestazioni di servizi)

Adempimenti:

  • Opzione per l’IRI nel Modello Unico 2018 anno 2017. Vincolante per 5 esercizi consecutivi senza automatico rinnovo.

 

 

Hp 2: contribuente che opera IN VIA FACOLTATIVA in contabilità ordinaria (caso in cui il suo fatturato NON superi euro 700.000 per le cessione di beni e/o euro 400.000 per le prestazioni di servizi)

Adempimenti:

  • Opzione per l’IRI nel Modello Unico 2018 anno 2017. Vincolante per 5 esercizi consecutivi senza automatico rinnovo. La scelta “facoltativa” del contribuente di optare per la contabilità ordinaria è effettuata all’interno della Dichiarazione dei redditi ed ha una durata minima di 1 anno fino a revoca espressa.

 

 

Hp 3: contribuente che opera in contabilità semplificata fino al 31/12/2016 (caso in cui il suo fatturato NON superi euro 700.000 per le cessione di beni e/o euro 400.000 per le prestazioni di servizi)

Adempimenti:

  • Comportamento concludente a partire dal 1/1/2017; redazione dei Registri propri della contabilità ordinaria (registri Iva, beni ammortizzabili, Libro giornale ed inventari)
  • Opzione per l’IRI nel Modello Unico 2018 anno 2017. Vincolante per 5 esercizi consecutivi senza automatico rinnovo.

Compilazione all’interno della Dichiarazione Iva 2018 anno 2017 della Casella presente nel quadro VO “regime di contabilità ordinaria per le imprese minori”, esprimendo appunto la propria intenzione di adottare la contabilità

di tipo ordinario