etfGli etf sono degli strumenti che offrono molte opportunità, soprattutto a chi ha dei conti non molto capitalizzati. Infatti sono dei fondi di investimento, il cui scopo è quello di replicare l’andamento di un determinato sottostante, che può essere un indice azionario, un cambio valutario, una materia prima, un titolo obbligazionario.
L’elemento che rende appetibili questi strumenti è l’enorme liquidità che li contraddistingue.

Si possono acquistare o vendere agevolmente alla stregua di un’azione, negli orari di contrattazione previsti.
Sulla piattaforma di Interactive Brokers è possibile negoziare tantissimi etf, molti dei quali dispongono anche di opzioni. Tra i più importanti troviamo Spy, Iwm, Dia e QQQ. Questi rappresentano i maggiori mercati azionari americani, ovvero replicano indici quali Standard&Poor’s 500, il meno noto Russell 2000 cioè l’indice delle società a media capitalizzazione, l’indice Dow Jones e il Nasdaq.

Continuando la panoramica possiamo trovare altri sottostanti molto interessanti, che consentono di poter diversificare la propria operatività. Rimanendo in tema di indici azionari, abbiamo Eem, Ewz, Ewy, Eww. Il primo replica l’andamento di un paniere di azioni che riguardano società appartenenti ai mercati emergenti, come Cina, Corea del Sud, Taiwan, Brasile, India, Sud Africa, Russia, Messico, Indonesia, Malesia, Tailandia e Polonia.
Ewz concerne il mercato azionario brasiliano, Ewy il mercato azionario coreano, Eww il mercato messicano. Molto interessante è il controvalore di alcuni strumenti, decisamente contenuto, che rende possibile un’operatività anche per chi non dispone di risorse importanti.
Altri etf da poter tradare sono Uso, Gld, Slv e Ung, ovvero fondi che replicano materie prime come il petrolio, l’oro, l’argento e il gas naturale, o ancora strumenti appartenenti al mercato valutario come Fxe, Fxb, Fxa, rispettivamente il cambio euro-dollaro, sterlina-dollaro e dollaro australiano-dollaro statunitense, oppure altri che hanno per oggetto un paniere di azioni appartenenti a determinati comparti, come Xop, Xlu, Gdx, rispettivamente il settore dell’estrazione e produzione del petrolio e del gas, del settore delle utilities, mentre Gdx investe in un paniere di azioni appartenenti a società che operano nell’ambito dell’estrazione aurifera.

Strumenti di trading

+500